• Dott.ssa Stefania Scotto

LA PSICOTERAPIA IPNOTICA


L’ipnosi è una tecnica di cui si sente spesso parlare, ma i cui meccanismi non sono conosciuti ai più. Molti pazienti hanno paura di questa terapia ancora immersa nel mito; il preconcetto più frequente è l’idea che il terapeuta possa porre il paziente in uno stato d’incoscienza e lo porti ad agire contro la propria volontà.

L’ipnosi è una tecnica che serve a indurre la trance. La trance è un meccanismo naturale che accomuna tutti gli animali, uomo compreso.

Ognuno sperimenta quotidianamente la trance ipnotica quando si ferma a sognare ad occhi aperti, quando si svolgono attività automatiche come la guida dell’automobile o quando si è talmente immersi nella lettura o in un film da “isolarsi” dal mondo esterno.

All’atto pratico ci si può chiedere: come funziona una seduta di psicoterapia ipnotica? Lo psicoterapeuta è semplicemente una guida che aiuta il paziente ad entrare il contatto con alcune parti di sé difficilmente raggiungibili nello stato di veglia. Questo significa mettersi comodi, rallentare il respiro e rilassarsi, proprio come quando ci si sta per addormentare e poi lasciare che la voce del terapeuta suggerisca di immaginare delle situazioni che siano utili alla risoluzione del problema.

Il paziente è sempre cosciente di quello che sta succedendo, capisce cosa gli viene detto e in qualunque momento è libero di interrompere e di uscire dallo stato di trance; è sempre il paziente a comandare.

Essere ipnotizzati non significa assolutamente essere succubi o condizionati o completamente in balia di qualcun altro.

Alcune volte i pazienti non credono nemmeno di aver vissuto una trance perché si sono sentiti sempre troppo presenti e attivi; ma questo non ha importanza, perché il lavoro di comunicazione con l’inconscio è in ogni caso avvenuto ed il cambiamento è già iniziato. Il mondo inconscio di tutti gli individui, infatti, è continuamente attivo senza che essi se ne possano rendere conto, ed è proprio qui che risiede la forza della psicoterapia ipnotica. Essa continua ad agire fuori dallo studio del professionista, secondo i modi e i tempi con cui l’inconscio elaborerà il messaggio terapeutico;

Nella pratica clinica di tutti i giorni, negli studi psicologici, si utilizza la psicoterapia ipnotica per alleviare i dolori sia cronici che acuti, per risolvere le dipendenze (fumo, alcool, droghe e le nuove dipendenze da gioco d’azzardo e internet), per migliorare il rapporto col cibo (sia per dimagrire, sia per risolvere i disturbi alimentari). Casi molto frequenti sono anche quelli delle fobie, degli attacchi di panico, dei traumi irrisolti e dei disturbi sessuali.

La forza della psicoterapia ipnotica risiede proprio nel guardare sempre al futuro, facendo emergere le capacità che ognuno di noi ha, anche quelle di cui non si è consapevoli.

4 visualizzazioni
  • Youtube

©2020 Stefania Scotto psicoterapueta ipnotista.