• Dott.ssa Stefania Scotto

COSA E' L'IPNOSI?


Dimenticate quello che avete visto in televisione fino ad oggi.

Dimenticatevi gli spettacoli che molte volte vi hanno lasciato a bocca aperta: uomini in perfetto equilibrio sospesi tra due sedie, dita incrociate che non si sciolgono, galline ipnotizzate, pendolini che oscillano davanti al naso…

Quello che avete visto fino ad oggi è stato trasmesso soltanto per aumentare l’audience televisivo e, il più delle volte, l’ipnotista e l’ipnotizzato erano d’accordo!

La trance non ha nulla a che vedere con la magia ma è un meccanismo naturale che accomuna tutti gli uomini di questo pianeta.

Forse non ve ne siete mai resi conto, ma anche voi siete entrati in trance moltissime volte nella vostra vita, anzi, addirittura ogni giorno.

Per il nostro cervello essere SEMPRE perfettamente coscienti è estremamente dispendioso in termini energetici. Abbassare la soglia di consapevolezza ci permette di poter vivere attivamente ed essere efficienti per tutta la giornata. Ecco quindi come alcune azioni abitudinarie vengano eseguite “in automatico” senza più porre l’attenzione mentre lasciamo che la nostra mente vaghi libera tra i pensieri. Basti pensare a cosa ci accade quando guidiamo l’automobile per lunghi tragitti: è come se inserissimo il “pilota automatico” mentre siamo completamente assorti nei nostri pensieri.

Ecco, questa è la trance. Uno stato particolare di coscienza che ci permette di entrare in contatto con il nostro inconscio.

Durante la trance l’inconscio “emerge”, ma non bisogna affatto temere questo fenomeno. L’inconscio è il tesoro più prezioso che possediamo: sede di risorse, capacità, idee, potenzialità. Possiamo anche “abbassare la guardia” tranquillamente perché possiamo essere certi che “lui” non ci tradirà.

Basti pensare a quando corriamo, alla complessità dei movimenti perfettamente coordinati l’uno con l’altro; mentre corriamo non pensiamo coscientemente al modo migliore per appoggiare il tallone in modo da potenziare la spinta, o al modo più giusto di piegare le ginocchia per evitare eccessivo affaticamento…

Nulla di tutto ciò. È un procedere fluido e funzionale…. opera della nostra mente inconscia.

E’ possibile rivivere nello studio dello psicologo lo stato di trance tramite la tecnica dell’ipnosi Ericksoniana.

Trattasi di un piacevole discorso sottoforma di racconto onirico che lo psicoterapeuta verbalizza al proprio paziente. Il paziente, a sua volta, è libero di rilassarsi ed ascoltare, oppure, se preferisce, di lasciarsi cullare dai propri pensieri.

Con l’ipnosi è possibile rielaborare la propria storia di vita personale modificando i significati dati in passato alle proprie esperienze e, soprattutto, cercando nuove possibilità di soluzione ai problemi attuali.

Quindi, perché non provare?

101 visualizzazioni
  • Youtube

©2020 Stefania Scotto psicoterapueta ipnotista.